fbpx

Clubhouse, hai ricevuto l’invito?

Data:

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Clubhouse è un’app di social networking disponibile solo per i sistemi IOS a cui si può accedere esclusivamente tramite invito. Basata sulle chat audio, è organizzata in “stanze” in base agli argomenti di conversazione e gli utenti possono comunicare tramite messaggi vocali.

Lanciata nel 2020 dagli sviluppatori di software Alpha Exploration Co., a dicembre 2020 è stata valutata quasi $ 100 milioni. Il 21 gennaio 2021, la sua valutazione ha raggiunto il miliardo di dollari USA.

Fin dall’inizio, la strategia di marketing è stata attentamente pianificata dai fondatori Paul Davison e Rohan Seth, che hanno distribuito inizialmente gli inviti col contagocce alle più note celebrità statunitensi, ad esempio Drake.

Di conseguenza, prima ancora degli utenti normali, su Clubhouse sono giunte le celebrità, che hanno iniziato a loro volta a invitare gli amici dando così vita a un circolo elitario estremamente remunerativo.

Quando si sbarca su Clubhouse, a ognuno vengono assegnati due inviti. Più si resta sull’applicazione, più gli inviti da distribuire ai contatti aumentano. Una volta ricevuto l’invito, ci si registra con il proprio telefono e si comincia a muoversi nelle stanze per sentire cosa dicono gli altri utenti.

Di invito in invito, Clubhouse è così giunto anche in Italia all’inizio di gennaio. Questo meccanismo ha dato il via a una nuova catena che ha favorito l’ingresso di influencer, comunicatori, guru del marketing e affini.

Per quanto oramai sia abbastanza facile introdursi in Clubhouse, la perdurante struttura a inviti ha due effetti: il primo è la sensazione di entrare in un club esclusivo; il secondo è che questo canale è stato fin dall’inizio popolato dai soliti nomi noti del mondo social.

Una presa di posizione che rende quest’app ancora più elitaria, è anche il rifiuto del sistema Android: ad oggi l’applicazione è disponibile solo su IOS.

A rendere famoso Clubhouse hanno senz’altro contribuito grandi nomi come Elon Musk e Mark Zuckerberg, che hanno creato delle stanze ultra esclusive, attirando l’interesse mondiale verso l’app.

Riuscirà Clubhouse a mantenere questa immagine di social network elitario? Dipende soprattutto dal modello di business che questa applicazione adotterà in futuro.

Se si andrà verso il modello della pubblicità targettizzata, è probabile che la spinta per aumentare il più possibile gli utenti farà rapidamente crollare ogni barriera d’ingresso.

Se invece si opterà per un modello in stile Patreon, dove i creatori di contenuti più popolari ricevono donazioni dai followers e il social ne percepisce una quota, allora si potrebbe mantenere un ambiente più controllato.