fbpx

Ikea, istruzioni di smontaggio

Data:

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Ikea continua a rafforzare la sua immagine green.

Con una nuova policy che riecheggia come una solida presa di posizione aperta all’ecosostenibilità, la multinazionale realizza le prime istruzioni di smontaggio dei suoi prodotti.

Avendo già detto addio allo storico catalogo cartaceo, Ikea incentiva i consumatori al riciclaggio nell’ottica di un’economia circolare. Le istruzioni, oltre a facilitare la vita dei clienti, prolungheranno quella dei mobili e sensibilizzeranno verso un consumo più consapevole e sostenibile.

Sul sito Ikea si legge:

“Non importa se stai traslocando, regalando i tuoi mobili o li stai vendendo. Smontarli correttamente riduce il rischio di danni e riduce il suo impatto sull’ambiente. La fortuna aiuta i frugali.”

Attualmente, nella sezione Istruzioni per lo smontaggio, sono già state inserite 6 sezioni, che includono mobili come scrivanie, letti e armadi. Cliccando su ognuna si aprirà una serie di istruzioni illustrate e spiegate in inglese.

– così l’azienda svedese esorta i suoi clienti al riciclo e ad abbracciare uno stile di vita più sostenibile. –

Tramite piccoli consigli, l’azienda invita i suoi consumatori a guardare i mobili usati con nuovi occhi, valorizzando il riciclo quando possibile:

Ci sono anche altri modi per far durare più a lungo i tuoi mobili. Potrebbe essere una semplice mano di vernice o trasformare un vecchio oggetto in qualcosa di nuovo. Quindi, quando arriva il momento e hai bisogno di qualcosa di diverso, prova ad aggiungere moduli a un oggetto che già possiedi.”

Negli ultimi anni Ikea sta portando avanti una serie di iniziative sostenibili. Infatti, entro il 2030 l’azienda intende trasformarsi in una realtà circolare in ogni suo aspetto.

Recentemente la multinazionale svedese ha anche annunciato che venderà i propri pezzi di ricambio online per incentivare la riparazione dei mobili.

Inoltre, l’azienda ha avviato una collaborazione con l’app Too Good to Go per combattere gli sprechi alimentari.

Insomma, l’ideologia di Ikea, insieme a quella di altre grandi multinazionali, segue sempre di più la scia dell’ecosostenibilità. Una scelta che potrebbe rivelarsi decisiva in futuro sia per l’ambiente, che per l’economia delle aziende.